Blog

Gas r410a, come affrontare il phase down

By dicembre 9, 2018 No Comments

L’introduzione del regolamento (UE) n.517/2014 sui gas fluororati a effetto serra (FGAS), avvenuta nell’aprile del 2014, sta avendo un forte impatto sull’intero settore della refrigerazione.

Tra le novità più importanti c’è sicuramente il nuovo principio che regola la registrazione e la manutenzione delle macchine refrigeranti e dei gas utilizzati per il loro funzionamento. I controlli su gas e macchinari, e la loro cadenza, vengono oggi determinati in base a un parametro detto “potenziale di riscaldamento globale” (GWP), ovvero il  potenziale riscaldamento in 100 anni di un chilogrammo di gas fluororato rispetto a un chilogrammo di CO2.

Una delle conseguenze più tangibili dell’introduzione di questo nuovo parametro è e sarà la progressiva sostituzione di molti dei gas refrigeranti di uso comune, con altri più in linea con le nuove direttive. Un processo, detto phase down, che l’Unione Europa ha già calendarizzato introducendo quote per la produzione e l’uso dei gas meno sostenibili.

Se prendiamo come emblematico il caso del gas r410a, uno dei gas refrigeranti più diffusi, possiamo capire in modo molto chiaro quali possono essere le conseguenze per le aziende. Questo gas costa oggi infatti tra i 7 e i 9 Euro al chilogrammo. L’effetto delle quote introdotte dal nuovo regolamento sarà quello di contrarre l’offerta, senza intaccare la domanda. Il prezzo del gas r410a è quindi destinato ad aumentare.

Per le aziende che utilizzano l’r410a nei loro macchinari per la refrigerazione, questo aumento del prezzo si tradurrà in un consistente aumento dei costi di manutenzione, destinato a crescere nel tempo. La soluzione è dunque quella di affrontare il phase down imposto dall’Unione Europea pianificando una serie di interventi di sostituzione in grado di limitarne il più possibile l’impatto economico.

Tuttavia non si tratta di un compito semplice. La normativa è complessa e necessità di competenze approfondite per essere compresa e applicata senza errori. Grazie alla nostra esperienza nel settore della refrigerazione siamo perciò in grado di affiancarti in un percorso di adeguamento della tua azienda alle nuove normative in vigore.

Se sei interessato, contattaci per una consulenza gratuita.

Leave a Reply

Assistenza 24H