Case studies

Sanificazione

La richiesta

Il cliente ci ha chiesto di eseguire un’approfondita pulizia delle condotte di areazione del proprio stabile, un azienda in Val Pusteria. L’edificio era stato costruito vent’anni prima e le sue condotte avevano bisogno di un’adeguata pulizia preventiva, in grado di scongiurare i pericoli derivanti dai depositi di gas radon.

Campo d’applicazione:

sanificazione

Committente:

azienda

Destinazione:

Alto Adige

I rilievi

Il cliente di cui stiamo parlando, di recente ha acquistato una macchina frigorifera di importanza strategica per la propria produzione. Il fornitore aveva provveduto all’installazione del macchinario in un locale privo di aperture all’interno della zona di produzione. La macchina era talmente grande da riempire quasi completamente la stanza. Immediatamente abbiamo dubitato dell’idoneità dell’installazione.

L’esecuzione

Al momento dell’intervento l’impianto presentava un sedimento spesso circa un centimetro. La sanificazione completa è stata effettuata usando il nostro robot, dotato di spazzole rotanti e videocamera di ispezione. L’apertura di apposite botole di ispezione ci ha permesso dirimuovere i sedimenti. Abbiamo terminato il lavorousando un prodotto igienizzante in grado di abbattere la carica batterica contenuta nelle condotte. Per evitare disagi abbiamo eseguito ogni fase dell’intervento in orari precisi, concordati con l’area di produzione dell’azienda.

Conclusioni

In presenza di un importante rischio per la salute come quello rappresentato dalla presenza del gas radon, l’importanza di un intervento di manutenzione periodica come la sanificazione delle condotte d’areazione si amplifica e diventa essenziale per garantire la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro come nelle abitazioni private.

Assistenza 24H